Italia

La veste barocca di Palermo

Se vi trovate nella bella Palermo, magari ospiti in uno dei numerosi alberghi, bed and breakfast e agriturismi che sorgono numerosi nel territorio comunale, se avete scelto una delle sue numerose e variegate strutture ricettive, per trascorrere una vacanza in un città di antica memoria, quello che segue è un percorso che vi porterà a conoscere un aspetto meraviglioso di questa città. Un bed & breakfast a Palermo centro è il modo più comodo per scoprire gli angoli più belli della città.

Sono numerosi i monumenti che hanno arricchito la bellezza di Palermo nel periodo che va dal primo Barocco al cosiddetto Barocco siciliano.

  • La Chiesa di San Giuseppe dei Teatini (1612) presenta una facciata tardo-rinascimentale e splendide cappelle interne che riflettono in pieno il gusto barocco.
  • La Chiesa del SS. Salvatore venne edificata da Roberto il Guiscardo nel 1072 e subì due modifiche, una nel XVI secolo e l’altra sotto Paolo Amato (1682-1704) a cui si deve l’attuale pianta dodecagonale e la cupola ellittica. L’interno è sontuosamente decorato con marmi, stucchi ed affreschi.
  • La Chiesa di S. Maria della Pietà fu edificata sulla base di un progetto di Giacomo amato fra il 1678 ed il 1684. La facciata si ispira al primo barocco romano, l’interno è decorato da stucchi di Giacomo Serpotta ed affreschi.
  • L’Oratorio del Rosario di Santa Cita risale al XVII secolo ed è stato magnificamente decorato a stucco da Giacomo Serpotta.
  • La Chiesa di Sant’Ignazio all’Olivella venne innalzata fra il 1598 ed il 1622 presenta una bella facciata barocca, l’altare disegnato dal Marvuglia ed una ricca decorazione interna.
  • La Chiesa di San Domenico venne edificata nel 1640 mentre l’attuale facciata è del 1726. La fabbrica è nota poiché, dal 1853, è il Pantheon dei siciliani illustri.
  • La Chiesa del Gesù venne edificata nel 1564 e successivamente ampliata e riccamente decorata.
  • L’Oratorio del Rosario presenta una facciata settecentesca ed una ricca decorazione a stucco opera di Giacomo Serportta.
  • La Chiesa di Santa Teresa alla Kalsa venne edificata fra il 1686 ed il 1706 da Giacomo Amato.
  • L’Oratorio di San Lorenzo con la ricca decorazione scultorea a stucco di Giacomo Serpotta.
  • L’Arsenale Borbonico (1621-30) oggi sede del Museo del Mare.
  • La chiesa di Santa Maria del Carmine (1627-1667) con stucchi serpottiani e pregevoli opere d’arte.
  • La Chiesa dell’ Itria o dei Cocchieri (XVIII sec.).
  • La Chiesa dell’Immacolata Concezione (1612) con facciata riferibile al primo barocco romano.
  • La Chiesa dei SS. Quaranta Martiri Pisani (1608) con una ricca decorazione interna e gli affreschi di Guglielmo Borremans.
  • La Chiesa di San Carlo (1616) presenta una facciata del 1689 opera di Giacomo Amato.
  • La Chiesa di San Matteo Apostolo (XVII sec.)
  • La Chiesa di Sant’ Anna (XVII-XVIII sec.)
  • La Chiesa di Santa Caterina (XVI sec.)
  • La Chiesa di Santa Chiara (XVII sec.)
  • La Chiesa di Santa Maria in Valverde (XIV sec. e modificata nel XVII sec.)
  • La Chiesa di Santa Ninfa dei Crociferi che venne edificata ed arricchita dal 1601 a tutto il XVIII sec.
  • La Fontana del Garraffo opera barocca di Paolo Amato.
  • La Cappella di San Giuseppe dei Falegnami è uno splendido oratorio riccamente decorato secondo il gusto barocco.
  • L’Oratorio di Santa Caterina D’ Alessandria (XVIII sec.) con stucchi di Procopio Serpotta ed il pavimento marmoreo di Gioacchino e Nicolò Vitagliano.
  • Palazzo Mirto presenta strutture che risalgono addirittura al XIII sec. ed arredi che vanno dal Seicento all’Ottocento.
  • I Quattro Canti (1609-1620) realizzati nel progetto di ripianificazione secentesca della città, rappresentano i quattro fiumi della città antica.

Indubbiamente, per togliervi subito il pensiero di prenotare un posto dove dormire, sarebbe opportuno fare una ricerca su internet con keyword rilevanti come bb a Palermo, agriturismi Palermo Sicilia, hotel a Palermo centro, e selezionare con largo anticipo la struttura di proprio gradimento. Tale operazione vi permetterà, nella maggior parte dei casi, di usufruire di prezzi a volte davvero vantaggiosi.

Lascia un Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.