Italia

Fabbriche di Careggine, Il paese “nascosto” sotto le acque del Lago di Vagli

A circa sessanta chilometri da Lucca, là dove attualmente si trova il lago artificiale di Vagli, c’era una volta un piccolo villaggio chiamato Fabbriche di Careggine, “scomparso per sempre” tra la fine del 1940 e i primi anni del 1950, a causa dell’edificazione di una diga.
Fabbriche di Careggine fu costruito nel XIII secolo da una comunità di fabbri ferrai trasferitisi qui da Brescia; a partire dal 1755 fu dotato di un mulino e beneficiò di molte agevolazioni sul trasporto dei materiali, al fine di incoraggiare le attività artigianali portate avanti sul posto.
In questo periodo fu realizzata anche l’antica Via Vandelli, la storica strada che collegava Modena a Massa: bellissima da vedersi, ma in realtà molto poco praticabile, la gente evitava di transitarvi soprattutto perché infestata dai briganti, fatto che portò al suo definitivo abbandono, che coincise anche con la decadenza del villaggio di Fabbriche.
Durante i primi anni del Ventesimo secolo, l’economia di questo piccolo centro si risollevò a causa dello sfruttamento delle cave di marmo presenti nelle vicinanze, per questo motivo fu edificata una centrale idroelettrica sul Torrente Edron, destinata a servire i bacini marmiferi. Nel 1941 la società Selt-Valdarno decise di realizzare un bacino idroelettrico sbarrando il corso del Torrente Edron nel comune di Vagli di Sotto e fu così che il villaggio medievale di Fabbriche venne evacuato per essere gradualmente sommerso.

La Diga di Vagli viene svuotata circa ogni dieci anni per i lavori di manutenzione ordinaria, ogni dieci anni dalle acque del lago riemerge anche il piccolo villaggio, insieme alle sue abitazioni di pietra, il cimitero, il ponte a schiena d’asino, la Chiesa di San Teodoro e il campanile. L’aspetto di Fabbriche di Careggine è molto suggestivo, proprio per questo migliaia di visitatori giungono sempre più spesso da queste parti.
Durante il corso del tempo questa zona si è naturalmente arricchita di storie e di leggende inquietanti: misteriose entità si aggirerebbero sulla superficie del lago, c’è chi racconta di aver udito grida raggelanti, strane musiche, invocazioni…
…Che ci crediate o meno, Fabbriche di Careggine è davvero un luogo affascinante, proprio per questo motivo esiste anche il progetto di realizzare un ponte tibetano di duecento metri che sfiorerà il paese fantasma, appena percettibile sotto le acque increspate del lago, dalle quali spunta, nei mesi di siccità, soltanto la cima del suo campanile in rovina.

Se avete in progetto di andare a trascorrere le vostre vacanze in Toscana, vi consigliamo d’informarvi circa la prossima data di svuotamento della diga, per provare l’atmosfera particolare che si respira in questo luogo. Al di là di Fabbriche di Careggine il territorio della Garfagnana è ricco di luoghi assolutamente magici, da scoprire-visitare almeno una volta nella vita.

Caterina Pomini

Fabbriche di Careggine

Fabbriche di Careggine

Lascia un Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.