Italia

Dialoghi sull’uomo al Festival di Antropologia Contemporanea di Pistoia

Ideato e diretto da Giulia Cogoli, il Festival di Antropologia Contemporanea di Pistoia è giunto quest’anno alla seconda edizione e avrà come tema di fondo un argomento di grande interesse: il corpo che abbiamo, o meglio il corpo che siamo.
Si tratta di diciannove appuntamenti che si terranno tutti nel centro storico di Pistoia dal 27 al 29 Maggio 2011: incontri, spettacoli, discussioni su tematiche di grande attualità culturale, presentati attraverso un linguaggio accessibile a tutti, in modo da poter ottenere il massimo coinvolgimento possibile da parte del pubblico.
Il filo conduttore di tutti i “Dialoghi sull’uomo” di quest’anno sarà appunto il corpo, partendo da un dato comune a tutte le società umane: non esiste una cultura che accetti il corpo così come si presenta, il corpo viene disegnato, inciso, scolpito, modellato, per cultura, arte, moda o patologia, quasi come se l’uomo volesse stabilire un distacco dalla natura e trasferire il corpo sul piano della cultura.
Il corpo è anche la lente attraverso la quale è possibile leggere il benessere o il malessere di una società, una sorta di specchio del nostro essere; per questo motivo al Festival interverranno sociologi, antropologi, scienziati, psicologi, filosofi, teologi e artisti italiani e stranieri, per tentare di capire, attraverso il dialogo, perché proprio oggi come mai prima d’ora, il corpo sia al centro del dibattito sociale e culturale, insieme alle molteplici implicazioni etiche ed estetiche.

Forte delle novemila presenze registrate durante l’edizione dello scorso anno, la seconda edizione del Festival propone un programma di interventi dai titoli davvero interessanti: Il corpo innaturale (Marco Aime), Come non farci mangiare dal cibo (Carlo Petrini), Sulla fatica di diventare adulti. Corpo sociale e identità personale (Roberta De Monticelli), Intrecci di corpi e di sguardi: l’antropologia e la danza (Cristiana Natali e Virgilio Sieni), Il rifiuto del corpo in adolescenza (Gustavo Pietropolli Charmet), Resti di umanità. Dai cimiteri ai musei (e ritorno) (Adriano Favole)… Questi sono solo alcuni degli interventi che si svolgeranno nelle piazze, nei teatri e nella Sala Maggiore del Palazzo Comunale di Pistoia, a partire dalle ore 17:30 di venerdì 27 Maggio, fino alle 19:00 di domenica 29 Maggio.
Apriranno il Festival Ivano Paci (Presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia), Il Sindaco Renzo Berti e Giulia Cogoli.

Consigliamo vivamente la partecipazine al Festival, una realtà innovativa nel panorama degli eventi in Toscana

Festival di Antropologia Contemporanea di Pistoia

Festival di Antropologia contemporanea di Pistoia

.
Potete acquistare i vostri biglietti in prevendita fin da adesso sul sito www.dialoghisulluomo.it e nei punti vendita segnalati da vivaticket,
oppure presso la biglietteria La Torre in via tomba di Catilina 5/7 a Pistoia.

Caterina Pomini

Lascia un Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.