Italia

La splendida Agrigento: consigli e itinerari

Se pensate di effettuare una vacanza in Sicilia, dovete visitare Agrigento. Città dall’immenso valore storico-artistico, affonda le sue radici in un passato ricco di cultura e tradizione. Inoltre è una località turistica di prim’ordine, perfetta per una vacanza all’insegna dell’arte e della cultura, ma anche dello svago e del divertimento. Alberghi, residence e b&b della regione sono ospitali e calorosi, ma come lo sono ad Agrigento non lo sono da nessuna parte. E questo è un altro dei tanti motivi che ogni anno attira in questa splendida località migliaia di turisti e visitatori provenienti da ogni parte del mondo.

Una visita ad Agrigento non può che partire dal suo centro storico. Chi percorre le sue strade e i suoi affascinanti vicoli si accorge che assomiglia moltissimo a quello di una città del nord-africa. Questo si deve al fatto che Agrigento è stata una città sottoposta al dominio arabo e alla sua influenza, influenza che si ritrova anche nei palazzi storici, nei monumenti e nelle strutture architettoniche.

Agrigento riserva moltissime sorprese soprattutto per quel che concerne i palazzi sacri. Tra le sue chiese più importanti meritano una visita la Chiesa dell’Addolorata, la Chiesa di San Giuseppe, la Chiesa dell’Itria, la Chiesa dell’Immacolata e la Chiesa della Madonna degli Angeli, particolare in quanto costruita sui resti di un antico tempio. Ognuna di queste chiese si caratterizza per il fatto di custodire dei veri e propri tesori artistici, importantissimi dal punto di vista storico e culturale. Impossibile poi non visitare il Duomo, dedicato a San Gerlando, patrono della città, i cui lavori vennero iniziati intorno al 1100, ma che furono ultimati solamente nel 1300.

Agrigento è famosa per aver dato i natali a uno dei più grandi drammaturghi di tutti i tempi, Luigi Pirandello, che fu insignito anche del premio Nobel per la letteratura. A lui la città ha dedicato il suo teatro, costruito nel 1870 da Basile e Sciascia, e originariamente dedicato alla regina Margherita. Oltre a ciò è possibile visitare il museo Pirandelliano, che altro non è che la casa natale dello scrittore, dove si possono ammirare suoi oggetti, scritti inediti, lettere e fotografie.

Meritevole di una visita anche il Municipio, che si trova all’interno di quello che un tempo era un antico monastero dominicano risalente al XVII secolo, mentre chi vuole dedicarsi allo shopping deve necessariamente recarsi preso il Viale della Vittoria, il “salotto buono” della città. Immancabile poi una visita alla Valle dei Templi.

Lascia un Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.