Italia

Fuga in Sicilia: Catania e Trapani

Se vi trovate a trascorrere le vacanze in Sicilia e desiderate un’ “evasione al contrario” (dalla spiaggia in città), Catania o Trapani saranno un’ottima alternativa a sabbia e vicini di ombrellone ficcanaso!

La “Milano del Sud”, come viene chiamata per via della fervente movida notturna e gli eleganti negozi, si trova sulla costa orientale dell’isola, quindi se state trascorrendo le vacanze in Sicilia in una località abbastanza lontana, vi conviene anticipare o posticipare la partenza e prenotare un hotel a Catania.

La maggior parte della città è stata costruita con la pietra lavica dell’Etna dopo l’eruzione del 1669. La maggior parte degli edifici in stile barocco sono opera dell’architetto Giovanni Vaccarini, che si occupò di ricostruire il centro cittadino, ampliandone piazze e strade. È la seconda città commerciale dell’isola, con un fiorente aspetto culturale.

Simbolo della città è la Fontana dell’Elefante, costruita nel 1736. Di interesse storico sono anche l’Anfiteatro Romano, che nel II secolo a.C. poteva ospitare 16.000 persone, secondo solo al Colosseo (la parte visibile è solo un pezzo della gigantesca struttura) e il Castello Ursino, costruito da Federico II nel XIII secolo. Dopo il terremoto del 1693, la parte meridionale fu coperta di lava e il castello, che una volta si affacciava sul mare, ora è completamente protetto nell’entroterra e ospita il Museo Civico della città. La cattedrale di Sant’Agata, santa patrona della città, ha una stupenda facciata in marmo. Secondo la credenza, assieme al Castello, è una delle difese della città contro la lava dell’Etna. All’interno sono conservate le reliquie della santa, portata in processione il 5 febbraio. Gli amanti della musica apprezzeranno il Museo Belliniano, dedicato al grande compositore Vincenzo Bellini, mentre gli amanti della letteratura non potranno fare a meno di rispondere la fascino della casa di Giovanni Verga.

Per i palati fini la città offre ampia scelta di ristoranti, tipici, nordafricani e internazionali. Da gustare i dolci in una delle antiche pasticcerie della città.

Le vacanze in Sicilia sono soprattutto all’insegna della buona tavola e del buon vino. Trapani, dalla parte opposta, a ovest sul Tirreno, è un’altra tappa interessante, dalla cucina ricca di specialità e vini ricercati e importanti come il Marsala, ma anche l’ottimo pesce fresco e il tonno. La città è sul mare e vanta un importante flusso turistico. Prenotate un hotel a Trapani per scoprire i suoi segreti.

Famosa anche per le saline, la città fu costruita dai Greci per fare da porto a Erice, situata sul Monte San Giuliano. Leggenda vuole che la città sia stata creata da Saturno, il dio del sole, o che sia caduta dalle mani di Demetria, dea della prosperità, che andava in cerca della figlia, Persefone, rapida da Ade, dio degli Inferi. La provincia è considerata quella che più di tutte ha conservato l’influenza araba. Il centro storico è ricco di edifici costruiti dai mori, dagli Aragonesi e anche dai Catalani. Le molte chiese, in stile barocco, offrono scorci caratteristici. Molto interessante è il Museo di Archeologia Marina.

Alloggiare in uno dei tanti hotel a Trapani è utile per esplorare i dintorni, con i pittoreschi paesi di Erice, Segesta, Selinunte, Marsala.

Lascia un Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.